Spigolo Presepe 2017: è un natale vinilico e poliuretanico!

articolo e foto in aggiornamento…

Natale è alle porte e se siete su questa pagina forse attendevate l’annuale spigolo presepe.
La cosa grave è che gli anni passati di questi tempi era tutto pronto mentre ora sono in affanno.
La ragione è che i presepi in produzione sono DUE, uno a casa e l’altro in una scuola elementare primaria, ed ovviamente quest’ultimo ha avuto il sopravvento.
Prima del passo passo, come sempre inizio dai ringraziamenti, per l’ispirazione e l’aiuto ricevuto.

Grazie a Didier Martin, francese che inventa questi incredibili “papercraft” stampabili che ci hanno permesso di realizzare personaggi e case in carta:
molti di questi pdf sono gratuiti, altri sono acquistabili e vi invito a farlo perché sono davvero belli
(ci sono vari temi, non solo natalizi, date un’occhiata al sito! – link alla fine dell’articolo).

Grazie a Lola Temprado, spagnola alla quale ho “rubato” la tecnica per la realizzazione delle montagne con la schiuma poliuretanica:
è una “belenista” molto brava! Sul tubo trovate molti suoi tutorial su vari progetti (link alla fine dell’articolo).

Infine, ma solo per degna conclusione all’introduzione, grazie a maestra Rita ed alle altre pazienti insegnanti, ai bambini delle classi 5a C e D, al prezioso personale ATA della Scuola Porcellana di Sassari: ciò che vedete è stato ritagliato, piegato ed incollato anche dai bambini! Questi sono i progressi ed i risultati:

 

MATERIALE OCCORRENTE

Per il piano/diorama e scenografia

piano del presepe (ex tavolo subbuteo)

  1. Un tavolo con delle sponde per trattenere la sabbia (io ho riciclato il vecchio spigolostadium del subbuteo)
  2. 2 pannelli di pvc polionda 100×200 cm per lo sfondo
  3. 4 barre angolari/paraspigoli in cartone/legno per creare il boccascena da circa 70 cm l’una (io ho riciclato le protezioni in cartone pressato di un mobile ikea)
  4. rondelle, viti e bulloni per agganciare lo sfondo
  5. 3 paraspigoli lunghi circa 1.50 m ciascuno per il posizionamento delle luci sul “tetto” del presepe
  6. colori a tempera (celeste se volete fare lo sfondo come il mio)
  7. Luci LED colori caldi
  8. Tovaglie per creare l’effetto tenda sul tetto e per i bordi del tavolo

Per le montagne

creazione montagne 7

  1. bombolette di schiuma poliuretanica la “mas barata”
  2. bombolette di vernice spray color marron chiaro, verde
  3. pezzi di sughero per il calco della montagna
  4. detersivo per piatti
  5. guanti di plastica usa e getta ed occhiali protettivi (molto importanti quando si spruzza la schiuma)
  6. scatole di cartone, carta, cassette o qualsiasi materiale per fare da supporto alla schiuma (io ho riciclato l’imballaggio di una stampante)

Per i dettagli

  1. ghiaia / sabbia (un sacco da 25 kg costa 2,50 € e ve ne avanza per fare i castelli fino ad agosto inoltrato…)
  2. tempere/pennelli

Per i personaggi e le case

IMG_20171120_230518

  1. la stampa a colori dei pdf di Didier su cartoncino A4 di grammatura 160 gr (circa 10€ a risma)
  2. forbici, colla tipo pritt, colla vinilica come non ci fosse un domani, colla a caldo (che mi dicono i bambini velocizza l’incollaggio dopo il ritaglio e la piegatura ma richiede una pistola per ciascun operatore)

Altro materiale:

  1. cassetta attrezzi (martello, chiodini, pennelli, scotch), trapano, teli protettivi, rondelle, dadi etc…
  2. Pazienza.
  3. Pazienza.
  4. Pazienza.
  5. (dose aggiuntiva degli ingredienti 2-4)

Se non avete già lasciato la pagina allora ecco qualche dettaglio aggiuntivo che vi può portare ad ottenere questi risultati (o molto migliori):

CREAZIONE personaggi/case

I fogli stampati contengono sia le sagome da ritagliare ed incollare che le istruzioni per realizzarle, indicando dove piegare e dove incollare.

In generale:

personaggi ritagliati da piegare ed incollare

  • i puntini neri segnalano dove mettere la colla
  • le linee tratteggiate indicano dove piegare il cartoncino

Suggerimento: nel ritagliare non avvicinatevi troppo ai bordi ma restate ad un mm di distanza: l’effetto finale ne guadagna.

CREAZIONE delle montagne

  1. Se possibile lavorate all’aperto o aprite le finestre della stanza per arieggiare
  2. Indossate guanti usa e getta ed occhiali protettivi
  3. con una spazzola da bucato ricoprite di acqua saponata (detersivo per piatti) il sughero: questo servirà ad impedire che la schiuma poliuretanica si attacchi al sughero
    acqua saponata su corteccia di sughero
  4. spruzzate la schiuma poliuretanica sul sughero in modo da coprirne tutta la superficie
    schiuma poliuretanica
  5. attendete qualche minuto, BAGNATEVI LE MANI CON I GUANTI nell’acqua saponata e date dei piccoli colpetti sulla schiuma per farla compattare e limitare l’effetto “ansa intestinale”
    creazione montagne 6
  6. attendete altri 4-5 minuti perché la schiuma inizi a compattarsi
  7. con delicatezza sollevate, sempre con i guanti indossati, fino a staccare la schiuma dal sughero: vedrete che la schiuma avrà il calco della corteccia sulla quale l’avete spruzzato.
  8. Ribaltate il “foglio” di schiuma poliuretanica ed adagiatelo sui supporti di scatola, cartone, dandogli la forma che preferite per la montagna. Lasciate asciugare per qualche ora
  9. una volta indurito, il poliuretano può essere dipinto: con la bomboletta spray farete molto in fretta. Ovviamente fatelo all’aperto.
    colorazione montagne 2 colorazione montagne

Crediti:

Didier Martin: http://www.mylittlehouse.org/

Lola Temprado: https://www.youtube.com/user/lascosasdelalola

AWSOM Powered